Accusato di far parte della Ndrangheta il segretario dell’Udc Cesa

Accusato di far parte della Ndrangheta il segretario dell’Udc Cesa

Maxi operazione in tutta Italia, tra gli indagati, il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa con l'accusa di associazione per delinquere aggravata dalle modalità mafiose.

“Ho ricevuto un avviso di garanzia su fatti del 2017. Mi ritengo estraneo, chiederò di essere ascoltato dalla procura. Ho piena fiducia nell’operato della magistratura”.

Con queste parole, Lorenzo Cesa ha presentato le sue dimissioni da segretario dell’Udc dopo aver saputo di essere iscritto nel registro degli indagati, con l’accusa di associazione per delinquere aggravata dalle modalità mafiose. L’uomo, avrebbe favorito e aiutato due imprenditori, indagati anche loro nella stessa inchiesta e ritenuti legati a cosche di ‘ndrangheta, per  ottenere alcuni appalti nel settore della fornitura di materiali per l’antinfortunistica, in cambio di pacchetti di voti.

Secondo i pm, “Cesa si impegnava  ad appoggiare il gruppo per soddisfare le mire dei sodali nel campo degli appalti. Con le condotte in parola contribuivano a salvaguardare gli interessi delle compagini associativa di tipo ‘ndranghetistico di riferimento, in particolare le cosche dell’Alto Jonio catanzarese e del Basso Jonio crotonese”.

Tra gli altri indagati di questa maxi operazione svolta a Catanzato che ha visto 48 arresti di cui 13 in carcere e 35 ai domiciliari, anche l’Assessore al Bilancio della Regione Calabria, Francesco Talarico.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)