Andrea Paternò Castello ( Vox Italia) si fa sentire a Piazza del Popolo

Andrea Paternò Castello ( Vox Italia) si fa sentire a Piazza del Popolo

Vox Italia movimento sovranista scende in campo contro le forze globaliste e a fianco dei nuovi poveri d'Italia. Intervento di Andrea Castello Paterno'

Sabato 30 Maggio 2020 alle ore 10 si è tenuto un incontro a Piazza del Popolo fra vari esponenti di forze politiche sovraniste dell’area extraparlamentare oltre che gruppi di rappresentanza di ristoratori, partite IVA e commercianti che hanno tenuto un importante evento come reazione alle misure spregiudicate dell’esecutivo PD-M5S contro l’interesse popolare. Infatti non a caso, l’esecutivo Conte II con la scusa dell’emergenza sanitaria Covid-19 ha utilizzato misure paragonabili a quelle di un totalitarismo tecno-sanitario, dove il dissenso viene bollato come complottismo e si salva chi non si pone dubbi e domande. In particolare sono state fatte accuse gravi e pesanti, a partire da una tesi sempre più aderente alla verità e alla realtà, l’euro come sistema di governo da parte delle Elite dell’alta finanza internazionale e delle squadracce globaliste e mondialiste a cui le sinistre fucsia sono totalmente asservite.

La forza partitica ( anche presente in Parlamento con il senatore Carlo Martelli) Vox Italia è scesa in campo con il suo circolo di Roma Centro capitanato dal presidente Andrea Paternò Castello, uomo appassionato di filosofia ma anche molto pragmatico, tanto da intervenire precedentemente nel Febbraio 2020 alla Camera dei Deputati durante l’evento Parole Guerriere, non avendo timore di sedersi allo stesso tavolo e di discutere faccia a faccia con uomini politici come Stefano Fassina e l’economista e senatore della Lega Alberto Bagnai di orientamento euroscettico. Paternò Castello ha tenuto un discorso carico di enfasi e anche giustificata rabbia in merito a come il governo sia in termini sociali che economici non cura l’interesse popolare, utilizzando il principio Dividi Et Impera, evitando cooperazione ma solamente conflitti illusori di matrice ideologica.

Andrea Paternò Castello nasce nel 1978 nella provincia romana a Bracciano, dove trascorre l’infanzia in un contesto popolare. Trova nei libri e nelle letture di autori quali Calvino, Buzzati, Cassola, Camon le suggestioni che lo portano a coltivare là in seguito la passione per la scrittura. Frequenta il liceo psicopedagogico e scopre così la passione per le scienze umane. L’attitudine per l’indagine e l’introspezione lo avvicinano alle discipline orientali e scopre il venata e lo yoga. Gli studi umanistici lo portano a tessere una trama interdisciplinare che va da Francoforte all’India, passando per la fisica di frontiera e le neuroscienze.
Appassionato sportivo, trova nell’insegnamento dello hatha yoga il giusto canale d’espressione pedagogico-olistica. Fa esperienze professionali diverse, ma la passione per l’insegnamento della disciplina orientale non lo abbandona mai. Scrive e pubblica poesie e racconti in antologie e riviste di settore. Attualmente impegnato nell’insegnamento e nella ricerca, è in procinto
di pubblicare una raccolta di racconti di viaggio e metafisica.
Attivo sulla scena politica con Vox Italia, nell’intervento durante l’evento alla Camera dei Deputati Parole Guerriere, ha affermato di provenire dalla sinistra politica ( la reale sinistra dei diritti sociali) smentendo le affermazioni mainstream relativamente all’etichettamento di Vox Italia come partito dell’estrema destra o neofascista, tanto che come definito dall’ideologo e filosofo Diego Fusaro, Vox Italia è promotore di un trasversalismo filosofico che pone le basi per la costruzione di una società dove l’etica e il benessere economico e sociale rappresentano l’aspetto più rilevante nella società, contrario agli slogan degli attuali partiti neoliberisti che mirano solo a cogliere consenso. 

 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)