Brasile, nuovi scontri in carcere tra gang rivali. 57 morti

Brasile, nuovi scontri in carcere tra gang rivali. 57 morti

Il massacro è avvenuto in un carcere di Altamira. Anche due guardie sono state prese in ostaggio e poi liberate. 16 delle vittime sono state decapitate. Questo è il secondo grave massacro del 2019 che avviene nelle prigioni del Brasile

57 morti. E’ questo il tragico bilancio di un violento scontro tra gang rivali, scoppiato in un carcere di Altamira, comune del Brasile nello Stato del Pará.

Secondo la Susipe, la sovrintendenza dei servizi penitenziari dello Stato, la rivolta interna è iniziata ieri mattina quando alcuni detenuti hanno preso d’assalto la parte attigua dove si trova la fazione rivale. Hanno bloccato le entrate e dato fuoco allo spazio. Il fumo ha invaso le celle e alcuni prigionieri sono morti per asfissia, mentre 16 detenuti sono stati proprio decapitati.

Durante lo scontro, durato ben 5 ore, sono stati presi in ostaggio anche due agenti della polizia penitenziaria, poi rilasciati dopo un negoziato.

Purtroppo questo non è l’unico grave massacro avvenuto in un carcere del Brasile. Solo pochi mesi fa, a maggio scorso, 55 prigionieri sono stati uccisi  in quattro diverse prigioni di Manaus, cuore dello Stato di Amazonas. Il 3 gennaio del 2017 33 detenuti sono morti nel più grande carcere di Roraima, sempre per scontri tra fazioni rivali. Anche in quel caso molte delle vittime sono state decapitate, trovate con il cuore strappato dal petto o il corpo smembrato.

 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)