Coronavirus, Conte e sei ministri indagati, NWO endgame?

Coronavirus, Conte e sei ministri indagati, NWO endgame?

Dopo mesi di disinformazione provocata dai media mainstream, la verità sta uscendo fuori e la banda bassotti capitanata da Conte ne sta pagando le conseguenze. Infatti per vari reati a sfondo penale, l'intero esecutivo ha ricevuto un avviso di garanzia.

Forse esiste ancora qualche speranza, il governo Conte II d’ispirazione filo-Soros è attualmente sotto indagine per via di un avviso di garanzia della Procura di Roma. Gli indagati risulterebbero il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte assieme a Bonafede, Di Maio, Gualtieri, Guerini, Lamorgese e Speranza. Il motivo riguarderebbe la gestione politica dell’emergenza sanitaria Covid-19, non a caso la famigerata banda bassotti avrebbe ricevuto denunce da tutta Italia nel periodo della quarantena proposte anche dal giurista e avvocato Carlo Taormina. 

Nello specifico, a livello tecnico, l’avviso di garanzia riguarderebbe una condotta criminale dell’esecutivo che avrebbe infranto diverse norme del Codice Penale. Infatti si parla di concorso di reato ( articolo 110 C.P.), epidemia (articolo 438 C.P.), delitti colposi contro la salute pubblica ( articolo 452 C.P.) , omicidio colposo (articolo 589 C.P.), abuso d’ufficio (articolo 323 C.P.), attentato contro la costituzione dello stato ( articolo 283 C.P.), attentato contro i diritti politici del cittadino ( articolo 294 C.P.). 

Le prove a carico della Procura sarebbe moltissime e svariate, dal terrorismo psicologico dei media fino alla censura di chi si opponeva radicalmente alle tesi esposte dall’esecutivo e dai suoi virologi da talk-show, fino alla classificazione dei decessi in Lombardia ( luogo dei principali focolai) per Coronavirus quanto sembrerebbe che moltissime persone siano decedute per altre cause e che quindi vi sia stato in atto un procedimento di falsificazione delle cartelle cliniche. Non finisce qui, proprio il crollo delle terapie intensive avrebbero agevolato i decessi di numerose persone nelle RSA, fino ad arrivare all’importazione di immigrati positivi in Italia mentre le regole di sicurezza sanitaria valerebbero secondo le indicazioni della banda solamente per i cittadini italiani a cui sono stati tolti diritti sociali e lavoro. 

Insomma, questo governo per avere poteri dittatoriali avrebbe utilizzato il pretesto del Coronavirus ( che attualmente ha un indice di mortalità inferiore rispetto a quello di un’influenza) e avrebbe alimentato un terrorismo psicologico così instillando a moltissime persone la paura di morire producendo disinformazione mediante i media asserviti e filo-sinistre fucsia. Una vera e propria organizzazione criminale le cui verità oramai dopo mesi di scontri fra informazione reale e disinformazione del mainstream stanno venendo alla luce sperando che la giustizia regni sovrana per il bene dell’Italia e degli italiani.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)