Crisi di governo, terminate le consultazioni. dai 5S nessun veto a Iv: “Serve patto di legislatura”.

Crisi di governo, terminate le consultazioni. dai 5S nessun veto a Iv: “Serve patto di legislatura”.

Salvini: "Centrodestra ha chiesto elezioni”

Si è concluso alle 17.30 l’ultimo giorno di consultazioni al Quirinale per il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma una soluzione a breve della crisi di governo resta lontana. Qualche minuto prima delle 16 la delegazione del centrodestra è arrivata al Colle e alle 17 sono stati i 5 Stelle a incontrare il Capo dello Stato, con una delegazione composta dal capo politico reggente Vito Crimi e dai capigruppo di Camera e Senato, Davide Licheri e Ettore Crippa.

Dal Movimento 5S viene confermato l’appoggio a Conte e l’apertura a Iv, anche se prima delle consultazioni, sono ermersi pareri contrastanti tra i cinquestelle.
“Si può accettare che ci siano veti o personalismi? Oppure è il momento della responsabilità e di fare un passo avanti e farlo tutti insieme?”, ha chiesto Crimi al termine dell’incontro con il Capo dello Stato. E ha aggiunto: “Al presidente Mattarella abbiamo reso la nostra disponibilità ad un confronto con chi ha a cuore l’interesse del Paese, per un governo politico a partire dalle forze di maggioranza attuali, ma con un patto di legislatura”. Quindi, per il Movimento 5 Stelle, ha concluso Crimi, “l’unica persona in grado di presiedere questo governo, per il M5S è Giuseppe Conte”.

Prima dei cinquestelle, Mattarella ha avuto un colloquio con la delegazione del centrodestra, composta dal leader di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, Matteo Salvini, Giorgia Meloni (arrivata con le stampelle per un incidente) e Antonio Tajani, oltre che dai centristi di Ndc, Cambiamo e Udc.

“Abbiamo chiesto al presidente Mattarella di sciogliere le Camere e valutare le elezioni”, ha detto Salvini leggendo un testo a nome del centrodestra al termine dell’incontro al Quirinale. ”
Abbiamo sottolineato – ha aggiunto – che non si può andare avanti con questa maggioranza. Se non ci sarà il voto valuteremo insieme”.

Mattarella ora avrà il compito di tirare le somme e tracciare il percorso, si spera giusto, anche se la cosa non sembra affatto semplice.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)