detenuti in rivolta per il coronavirus: 6 morti e 20 evasi a Foggia

detenuti in rivolta per il coronavirus: 6 morti e 20 evasi a Foggia

detenuti in rivolta per il coronavirus. 6 morti e 20 evasi a Foggia

 

Il coronavirus ha provocato oltre ai suoi effetti mortali sulle persone, anche una veemente e incontrollata rivolta nelle carceri di quasi tutta Italia. Da ieri decine di detenuti si stanno rivoltando contro agenti della polizia penitenziaria, a causa del decreto emanato dal consiglio dei ministri che ha imposto la sospensione dei colloqui a “vista”. A Modena si contano 3 morti di cui un detenuto per abuso di oppioidi, l’altro di benzodiazepine e l’ultimo è stato rinvenuto cianotico ma per ora sono oscure le cause del decesso. A Foggia (foto corriere di Como) sono evasi 20 detenuti dal carcere e la polizia ha invitato i commercianti della zona a serrare i locali per prevenire atti di violenza. A Rebibbia e al carcere di Milano le rivolte più gravi ma anche a Poggioreale a Napoli e a Frosinone i detenuti hanno occupato la seconda sezione del carcere e appiccato un incendio. Si invocano misure molto repressive di questa ondata ingiustificabile e pretestuosa di violenza dei detenuti da più parti politiche, ma per ora, il ministro della giustizia Alfonso Bonafede tace. Un silenzio che decreta la sconfitta dello stato che mai come ora dev’essere presente e autoritario

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)