Disabili, oggi tante iniziative del ministero del Lavoro, Inail ed Istat per la Giornata della disabilità

Disabili, oggi tante iniziative del ministero del Lavoro, Inail ed Istat per la Giornata della disabilità

Secondo l'Istat sono tre milioni e cento mila le persone affette da qualche forma di handicap. Conte annuncia un ufficio permanente per le persone con disabilità a palazzo Chigi ma ancora molto bisogna fare

In Italia sono tre milioni e cento mila le persone con disabilità e nel mondo in generale circa 650 milioni di individui vivono con una o più situazioni di disagio. Sono questi i dati tutt’altro che confortanti presentati dall’ISTAT, secondo cui le persone affette da problematiche legate sia alla vista che all’udito sono circa 189 mila. Si tratta di individui che oltre a vivere costantemente immersi nel buio e nel silenzio, sono costretti a una condizione di isolamento, perché spesso alla disabilità sensoriale si assommano altre minorazioni di tipo motorio, intellettivo o neurologico. Per la quasi totalità delle persone sordocieche uscire di casa rappresenta un problema a volte insormontabile.

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità si torna a parlare di un problema che affligge moltissime persone. Tante le iniziative promosse da nord a sud Italia da parte del ministero del Lavoro, Inail e Istat.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha incontrato a Palazzo Chigi i rappresentanti della Federazione italiana per il superamento dell’handicap (Fish) e della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con disabilità (Fand) ed ha annunciato che dal prossimo 1 gennaio 2020 verrà istituito un ufficio permanente per le persone con disabilità proprio a palazzo Chigi: “Sarà uno strumento per coordinare meglio il lavoro delle diverse amministrazioni“, ha detto.

Nonostante questo molto deve essere ancora fatto. Sebbene infatti  il Parlamento europeo abbia invitato gli Stati membri a riconoscere specifici diritti e tutele alle persone sordocieche, attraverso l’approvazione di un’adeguata legislazione, in Italia non è ancora stata pienamente attuata la legge 107/2010 che riconosce la sordocecità come una disabilità unica e specifica. Sono inoltre numerose le persone con disabilità in attesa del riconoscimento anche della Lis e della Lis Tattile che permetterebbe loro di abbattere le barriere della comunicazione. Tutti fattori, denuncia la Lega del Filo d’Oro, che rendono ancora più complessa e piena di ostacoli la vita di queste persone, precludendo loro quasi totalmente la possibilità di una dimensione sociale attiva.

Anche il Papa in un suo messaggio invita a fare di più. “In questi anni, verso i disabili, si sono messi in atto e portati avanti processi inclusivi, ma non è ancora sufficiente, perché i pregiudizi producono, oltre alle barriere fisiche, anche limiti all’accesso all’educazione per tutti, all’occupazione e alla partecipazione. Incoraggio tutti coloro che lavorano con le persone con disabilità a proseguire in questo importante servizio e impegno, che determina il grado di civiltà di una nazione“, ha detto.

 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)