Le verità sull’arresto di Emilio Fede, caso Ruby e Mediaset

Le verità sull’arresto di Emilio Fede, caso Ruby e Mediaset

Emilio Fede arrestato a Napoli per evasione dagli arresti domiciliari dopo la condanna ndanna per il processo Ruby

Emilio Fede, storico conduttore dei TG della Mediaset e giornalista di punta di Silvio Berlusconi per un lungo periodo ( dagli anni ’80 fino agli inizi degli anni 2000) è stato arrestato sul lungomare di Napoli mentre festeggiava i suoi 89 anni. Fabio Provvisier, gip di Napoli ne ha convalidato l’arresto ma non ha espresso alcuna misura cautelare. Pareva si trovasse a Napoli per motivi di cura ( come dichiarato nel 2019 al Tribunale di Milano) ma non ha ottenuto l’autorizzazione ai carabinieri di sorveglianza. La motivazione per la quale Fede è stato arrestato riguardo il caso di Ruby Rubacuori, Fede è stato condannato a 4 anni e 7 mesi da scontare ai domiciliari, ma in base ad una nuova udienza i quattro anni verranno scontati attraverso i servizi sociali. 

L’accusa è stata induzione e favoreggiamento della prostituzione con Silvio Berlusconi ( attuale leader di Forza Italia), Nicole Minetti e Lele Mora. Inizialmente venne condannato a 7 anni di reclusione ed interdizione a vita dagli uffici pubblici, ma la pena gli fu commutata e ridotta nel 2014 dal Tribunale di Milano. Emilio Fede fu anche giudicato per bancarotta fraudolenta nel 2011, ma questa sentenza verrà annullata nel 2018 dalla Corte di Appello di Milano. Per il caso Mediaset, ( immagini e video a luci rosse), nel 2017 il Tribunale di Milano ha emesso una sentenza di condanna per 2 anni e 3 mesi di reclusione, poi divenuti 2. 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)