L’Italia dopo 53 anni è campione d’Europa. Battuti gli inglesi per 4-3 ai calci di rigore

L’Italia dopo 53 anni è campione d’Europa. Battuti gli inglesi per 4-3 ai calci di rigore

L'Italia diventa campione d'Europa, vincendo contro i temibili inglesi per 4-3. Grande prestazione degli azzurri e adesso dopo la meritata vittoria ci attende il prossimo anno il campionato del Mondo in Qatar. L'Italia torna la regina del calcio

L’Italia dopo 53 anni è campione d’Europa. Battuti gli inglesi per 4-3 ai calci di rigore

Dopo 53 anni si avvera nuovamente il sogno degli azzurri di diventare campioni d’Europa. Ieri sera, a Wimbledon, il tempio da sempre del calcio d’oltremanica, l’Italia guidata dal C.T. Roberto Mancini, ha battuto i temibili calciatori di sua Maestà, dopo un primo tempo dove gli azzurri sono andati sotto di un goal a due minuti dal calcio d’inizio per una svista della difesa e una intuizione al volo del centrocampista inglese Shaw, e per tutta la prima parte si è vista un’Italia a tratti poco lucida e lenta. Poi, nel secondo tempo, grazie ai cambi effettuati da Mancini, il gioco degli azzurri si è velocizzato e l’Italia ha cambiato tattica di gioco, pressando di più e creando numerose palle goal. Questo gioco aggressivo e spregiudicato ha dato ragione agli azzurri che al 67’ minuto agguantano il pareggio con un goal lampo di Leonardo Bonucci e da questo momento gli azzurri sono andati quasi sempre in pressing relegando la squadra inglese sempre in difesa. Buoni anche i tempi supplementari, ma la partita si è decisa ai calci di rigore dove gli azzurri sono andati in vantaggio per primi, e grazie ad uno sbaglio degli inglesi e a due grandi parate di Gigio Donnarumma, il migliore di Euro 2020, hanno sconfitto gli avversari e padroni di casa con il risultato finale di 4-3. Grande l’esultanza sia in campo, sia negli spogliatoi oltre a tutte le piazze italiane. Da ieri anche il plumbeo cielo londinese è diventato più azzurro, ed ora dopo la meritata vittoria e conquista della coppa di Euro 2020, si deve pensare all’anno prossimo in Qatar dove si disputerà il campionato del Mondo. E vedremo se anche nel deserto si leverà nuovamente la coppa al cielo e che questo sia sempre più azzurro. Per ora bravi azzurri e avanti così.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)