Lodi, fallisce un assalto ad un portavalori sull’A1

Lodi, fallisce un assalto ad un portavalori sull’A1

I malviventi volevano creare due barriere di fuoco lungo l'autostrada per intrappolarlo ma qualcosa è andato storto. L'assalto ricorda un altro avvenuto nel 2014 sullo stesso tratto di strada, tra Lodi e Milano

7 auto e un autoarticolato sono stati dati alle fiamme tra Lodi e Milano per tentare un assalto ad un furgone portavalori. I malviventi, almeno 10, hanno creato due barriere di fuoco su entrambi i sensi dell’autostrada A1, poi hanno cercato di far vacillare il mezzo blindato buttando a terra dei chiodi per bucargli le gomme.

L’attacco, in stile militare, è però fallito ed il furgone è riuscito a ripararsi in un’area di servizio.

L’agguato è avvenuto poco dopo le 23 all’altezza di San Zenone al Lambro, qualche chilometro più a sud a Lodi Vecchio. Le auto, quasi certamente rubate, sono arrivate sull’A1 da una strada comunale a San Maria in Prato, frazione di San Zenone. Gli investigatori stanno cercando telecamere e autovelox lungo la strada che possano aver ripreso le fasi preparatorie dell’assalto. L’A1 è stata chiusa e poi riaperta da Lodi Vecchio a San Zenone. Sul posto sono intervenute squadre di vigili del fuoco per domare le fiamme e la polizia. Al momento non risultano feriti.

Questo agguato ricorda molto quello avvenuto nel novembre del 2014 quando, sullo stesso tratto di strada, altri banditi crearono due barriere di fuoco per dare l’assalto ad un mezzo blindato che trasportava cinque milioni di euro. Anche in quel caso il tentativo è fallito.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)