Modenese, rogo nella sede dei vigili urbani a Mirandola. Due morti

Modenese, rogo nella sede dei vigili urbani a Mirandola. Due morti

Le vittima sono un’anziana e la badante, residenti nella palazzina. 16 gli intossicati. Fermato uno straniero che ha appiccato il fuoco. Salvini: "Altro che parire i porti. Questi delinquenti devono andare tutti a casa!"

Due morti, due feriti gravi e 16 intossicati. È questo il bilancio di un incendio che si è sviluppato questa notte nella sede dei vigili urbani di Mirandola, nel Modenese (la foto è di Ansa). Secondo quanto si apprende, l’incendio, sviluppatosi negli uffici della polizia locale, ha provocato un’esplosione che ha coinvolto un appartamento adiacente al primo piano, dove sono morte per asfissia due donne, un’anziana italiana di 84 anni e la sua badante straniera di 74. Altre due persone, tra cui il marito dell’anziana vittima, sono in gravi condizioni per il fumo inalato. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco. Pare che l’incendio sia di origine dolosa e che il responsabile sia un uomo di origine marocchina, ora nelle mani degli inquirenti.

Secondo una prima ricostruzione, poche ore prima dell’incendio lo straniero è stato trovato dai carabinieri in stato di ipotermia nella vicina stazione ferroviaria di San Felice sul Panaro ed è stato portato all’ospedale di Mirandola per accertamenti. Da qui però pare sia scappato, vagando a piedi e raggiungendo il centro. Quando è arrivato in via Roma, sede dei vigili urbani, ha forzato l’ingresso, sfondando una vetrata, ed ha appiccato le fiamme. Ha rubato una divisa che ha indossato, vagando poi per strada. I carabinieri lo hanno fermato a 500 metri di distanza. Non si conoscono al momento le motivazioni del folle gesto ma non si esclude la pista di una vendetta per un provvedimento preso dalla stessa municipale nei suoi confronti nei giorni scorsi. L’edificio è inagibile.

Sulla vicenda è intervenuto il ministro dell’Interno Matteo Salvini che su Twitter ha scritto: “Una preghiera e un abbraccio alle famiglie delle vittime. Altro che aprire i porti come vuole la sinistra, io lavoro per fermare e mandare a casa questi delinquenti. Azzerare l’immigrazione clandestina, in Italia e in Europa, è un dovere morale: a casa tutti, con la Lega si può!”

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)