‘Ndrangheta, più di 300 arresti tra Italia e l’estero

‘Ndrangheta, più di 300 arresti tra Italia e l’estero

Nel mirino le cosche che operano nel territorio vibonese: Mancuso di Limbadi e Lo Bianco. Tra gli arrestati anche Giancarlo Pittelli, ex parlamentare di Forza Italia ed il presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo, sindaco di Pizzo. Sequestrati beni per 15 milioni di euro

Maxi blitz contro l’ndrangheta. 334 persone sono state arrestate tra avvocatipolitici e professionisti. Nel mirino delle forze dell’ordine sono finite in particolare le cosche che operano nel territorio vibonese: quella Mancuso di Limbadi ed i Lo Bianco.

Le misure cautelare disposte dal gip su richiesta del procuratore distrettuale di Catanzaro Nicola Gratteri sono state eseguite in Italia e all’estero. Nel nostro Paese infatti, oltre alla Calabria, più di tre mila carabinieri hanno operato in Lombardia, PiemonteVeneto, LiguriaEmilia Romagna, ToscanaLazio, SiciliaPuglia, CampaniaBasilicata. In totale sono 416 gli indagati nell’inchiesta ribattezzata Rinascita-Scott. 

Tra gli arrestati c’è anche il presidente di Anci Calabria Gianluca Callipo, sindaco di Pizzo, Giancarlo Pittelli, noto avvocato di Catanzaro, ex parlamentare di Forza Italia ed ex membro della Commissione Giustizia alla Camera. In manette è finito anche il comandante della polizia municipale di Vibo Filippo Nesci, un dipendente del tribunale di Vibo Danilo Tripodi e il noto imprenditore del settore abbigliamento Mario Artusa.

È la più grande operazione dopo il maxi processo di Palermo“, ha detto il procuratore Gratteri. Diversi i reati contestati: associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidi, estorsioni, usura, intestazione fittizia di beni, riciclaggio. Sequestrati inoltre beni per 15 milioni di euro.

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)