Rampelli (VPC-FDI): Legislatura nata da un tradimento

Rampelli (VPC-FDI): Legislatura nata da un tradimento

Il presidente Mattarella era contrario alla 'pesca' dei voti in parlamento nel 2018, dovrebbe esserlo anche oggi 

“Questa legislatura è nata da un tradimento, è bene ricordarlo, quelli nei confronti del popolo italiano che aveva scelto di essere governato dal centrodestra.  Nel 2018, il presidente della Repubblica reputò inopportuno un mandato esplorativo al centrodestra, che pure aveva vinto le elezioni, per evitare appunto la pesca dei voti in parlamento, cioè la compravendita di deputati e senatori. Mi auguro che analoghe valutazioni le faccia anche oggi fermando lo spettacolo indegno che sta dando Conte.
Ora si apre la fase dell’ascolto sul Recovery Plan ma manca l’obiettivo strategico che dev’essere investire sul mondo della produzione in maniera decisa perché dev’essere messo in condizione di creare ricchezza per superare la crisi attuale e contribuire così al rientro da quei debiti che stiamo accendendo e che dovremo onorare entro il 2056.
In questa fase è giusto prorogare la cassa integrazione per evitare che i lavoratori restino senza salario, ma va stabilita una legge universale valida anche per i lavoratori autonomi e le imprese, perché di fronte alla Costituzione i cittadini sono tutti uguali.”.
Fabio Rampelli spiega come dovrebbe invece essere varato un ammortizzatore sociale analogo nei loro confronti, riconoscendo la stessa percentuale d’indennizzo per gli imprenditori, non episodici e insufficienti ‘ristori’, che si sono dimostratati fallimentari.
Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)