Stati Generali dell’Economia, Colao come Draghi, il nuovo “Britannia”

Stati Generali dell’Economia, Colao come Draghi, il nuovo “Britannia”

Molto tempo fa, negli anni ’90, sul panfilo Britannia diversi personaggi influenti (fra cui anche l’ex presidente della BCE Mario Draghi) venne decisa la svalutazione della Lira, le modalità per poter entrare nella moneta che ci sta portando alla continua recessione e che viene utilizzata come sistema di governo (Euro) e sopratutto il processo di ultra-privatizzazione dell’Economia, opposta alla socializzazione sovranista, unica modalità di risoluzione per gli attuali problemi socio-economici. Adesso si presenta la medesima situazione con gli Stati Generali  dell’Economia di cui è fiero il nostro premier Giuseppe Conte.

Lo scenario non è difficile da immaginare, con i nuovi assetti geopolitici che stanno radicalmente mutando le prospettive del globalismo, si entrando nel nuovo paradigma del trans-umanesimo con l’uomo che sarà costretto ad accettare la sua nuova essenza di tecno-schiavo. In particolare nonostante Conte dichiari che gli Stati Generali servano all’Italia per poter traghettare il paese fuori dalla crisi economica dovuta al Covid-19, pare che invece parteciperanno nientemeno che il leader delle task force Colao ( membro del gruppo Bilderberg) e vari esponenti della Commissione Europea. Secondo alcune notizie pare che siano stati organizzati per poter affossare l’Italia attraverso il MES (travestito da Recovery Found) con le decisioni di Macron e della Merkel.

Invece di attivare la semplificazione della burocrazia, investimenti e realizzazione delle infrastrutture ad alta velocità verranno probabilmente prese le decisioni per poter portare definitivamente la Troika nel nostro paese ed affossarci definitivamente. 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)