Stati Generali dell’Economia, Conte che progetta la nostra fine

Stati Generali dell’Economia, Conte che progetta la nostra fine

Continua a Villa Pamphili la kermesse degli stati generali del governo, un fallimento già’ annunciato

Sono ancora in corso a Villa Panphili gli Stati Generali dell’Economia voluti dal premier Giuseppe Conte con l’obbiettivo di risanare l’economia nazionale dopo l’emergenza sanitaria Covid-19. Tuttavia in base ad alcune informazione ed indiscrezioni, il nostro presidente del consiglio sta architettando assieme agli industriali di Confindustria come sfinire le classi lavoratrici e porre l’accento sull’impero finanziario cosmopolita e anti-sovranista che pian pian si sta plasmando.

Non a caso vi è il progetto di transizione 4.0 e il piano di transizione d’impresa plus 4.0 per creare un connubio totale fra Economia e Informatica fra cripto-valute e intelligenza artificiale. Affermano senza mezzi termini la loro concezione anti-statalista e anti-sovranista dell’economia, la quale sarà incentrata su un modello ancora più profondo e letale del neoliberismo. La giornata del 17 Giugno 2020 è stata dedicata all’industria dominante nella finanza internazionale delle Elite.

Non a caso il leader delle task force, Colao ha annunciato come progetto cyber-economico, l’eliminazione del contante ( si partirà dalle banconote di 500 e 200 euro) e l’utilizzo delle cosiddette e temute criptovalute oltre ad un’applicazione sfrenata delle tecnologia 5G la quale a detta di Colao produrrebbe un miglioramento nelle telecomunicazioni e radiocomunicazioni ma avrebbe dei riflessi non propriamente positivi a livello biologico sul corpo umano. 

Categorie
TAGS
Condividi

Commenti

WordPress (0)